Esecuzioni e strane leggi: col dittatore nordcoreano non si può mai stare tranquilli