Con un video registrato in un luogo segreto e che non porta alcuna data, Al Qaida nello Yemen ha rivendicato l’attentato che ha massacrato la redazione di Charlie Hebdo il 7 gennaio scorso.