Più di 40 persone sono finite in manette in Cisgiordania, fra cui Abdel Aziz Dweik, una delle figure di spicco dell’autorità palestinese, in relazione alla scomparsa di 3 ragazze israeliane che sarebbero state rapite giovedì mentre facevano autostop.