Circa 170 persone sono tenute in ostaggio da un commando di terroristi nell’Hotel Radisson Blue di Bamako, in Mali. Il gruppo Rezidor, che gestisce l’hotel ha confermato che nell’hotel ci sarebbero circa 140 clienti e 30 dipendenti.Secondo fonti della sicurezza del Mali gli assalitori sarebbero una decina e alcuni di loro sarebbero arrivati in hotel a bordo di una vettura con targa diplomatica. I terroristi avrebbero urlato “Allah u Akbar” prima di aprire il fuoco. Alcuni degli ostaggi sono stati liberati, secondo quanto confermato da un responsabile dei servizi di sicurezza del Mali. Tra le persone rilasciate, riferisce il quotidiano francese Le Figaro, vi sarebbero in particolare quelle capaci di recitare versetti del Corano.Le forze di sicurezza maliane, coadiuvate dal personaledella missione Onu nel paese e da forze speciali americane, sono riuscite a evacuare “una decina di persone”, mentre secondo i media locali almeno nove persone sarebbero morte nella sparatoria e fra queste ci sarebbero dei cittadini francesi e belgi. Gli ostaggi, sempre secondo la stampa locale, sarebbero in maggioranza francesi, cinesi e turchi, alcuni di essi membri del personale della Turkish Airlines.Alcuni militari italiani sono presenti in Mali come parte della missione Onu nel Paese, ma secondo fonti del ministero della Difesa a Roma, nessuno di loro è coinvolto nella presa di ostaggi.