I giudici svedesi hanno deciso di lasciar cadere le accuse di aggressione sessuale mosse nei confronti del fondatore di WikiLeaks Julian Assange in quanto sono cadute in prescrizione. Una decisione motivata dal fatto che gli inquirenti non sono riusciti a portarlo davanti a tribunale svedese prima della scadenza dei cinque anni previsti dalla legge.