Danni collaterali. Cosi la Nato ha commentato in una nota il bombardamento di aerei occidentali che a Kunduz, in Afghanistan, hanno colpito un ospedale di Medici senza Frontiere, provocando diversi morti e decine di feriti. Gabriele Eminente, direttore generale di Msf Italia. “Il nostro ospedale di Kunduz, che è un trauma center, una struttura ortopedica di qualità, specializzata anche in chirurgia di guerra, è stato colpito da un attacco militare nel corso della notte e le sale operatorie risultano inagibili, la gran parte dell’ospedale è distrutto”.