Dopo l’attentato del Bardo di qualche mese fa, il turismo della Tunisia (una delle fonti economiche principali del Paese) riceve un altro duro colpo dopo l’attentato avvenuto sulla spiaggia di Sousse, in cui avrebbero perso la vita quasi quaranta persone – turisti compresi. Dopo l’attacco la Tunisia sta provvedendo ad innalzare i livelli di guardia e per questo motivo circa 80 moschee che operano al di fuori del controllo statale saranno chiuse. Gli stranieri stanno invece scappando dal Paese e i tour operator cancellato i viaggi in programma verso la Tunisia.