L’Unione europea inizia a far fronte comune sul problema dell’immigrazione e sembra essere ormai decisa ad approvare in via ufficiale i piani che permetteranno alle forze navali di poter contrastare gli scafisti che nel Mar Mediterraneo, in acque internazionali, conducono i migranti verso le coste europee. I piani prevederanno anche l’eventuale distruzione dei barconi e potranno essere inoltre effettuati perquisizioni, abbordaggi, dirottamenti e anche sequestri.

Intanto Paesi come Germania, Austria e forse anche Polonia stanno ripristinando i controlli alle frontiere.