A sorpresa la Banca centrale europea che ha tagliato il costo del denaro al nuovo minimo storico: il tasso di riferimento è sceso allo 0,25% dallo 0,50% precedente. I tassi erano fermi dal maggio scorso. Immediata la reazione delle borse, che hanno accelerato al rialzo, e il forte deprezzamento dell’euro.