Il monumento ‘La casa delle 28 porte’ che simboleggiava l’Unione Europea come luogo di accoglienza e salvezza per i richiedenti asilo, è stato probabilmente dato alle fiamme nella notte di martedì 31 marzo.