L’ex premier Silvio Berlusconi e l’ex direttore de L’Avanti Valter Lavitola sono stati condannati a tre anni di reclusione ciascuno a conclusione del processo di primo grado celebrato presso il tribunale di Napoli nell’ambito dell’inchiesta sulla cosiddetta compravendita dei senatori. Per Berlusconi è stata disposta anche l’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni.Immediate le reazioni alla notizia della sentenza considerata “clamorosamente ingiusta e ingiustificata” da Niccolò Ghedini, uno dei legali dell’ex premier.