Silvio Berlusconi ha ottenuto uno sconto di pena di quarantacinque giorni e terminerà dunque i servizi sociali presso l’istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone il prossimo 8 marzo anziché il 23 aprile. La liberazione anticipata è stata decisa dal giudice di sorveglianza del Tribunale di Milano, Beatrice Crosti, che ha dunque accolto la richiesta dei legali di Silvio Berlusconi, nonostante la Procura avesse espresso parere negativo in merito.

Silvio Berlusconi era stato affidato ai servizi sociali in prova, per un anno, presso l’istituto Sacra Famiglia, dopo la condanna definitiva per il caso Mediaset. Lo sconto di pena ricevuto oggi dovrebbe dichiarare anche l’estinzione della pena principale e di quelle accessorie (fra queste vi è soprattutto l’interdizione di due anni dai pubblici uffici) anche se, in tal caso, resterebbe l’incandidabilità, così come statuito nella legge Severino.