La piccola Aya, una bambina siriana di 8 anni, è rimasta ferita dopo un bombardamento e, ricoverata in ospedale, non riesce a trattenere le lacrime chiamando disperatamente il padre che ha perso di vista durante l’attacco.