È un’interpretazione drammatica quella offerta da Robin Williams nell’ultimo film in cui lo vedremo, Boulevard.

Nella pellicola, presentata allo scorso Tribeca Film Festival, l’ex Peter Pan di Hook è Nolan, un impiegato di banca con una bella famiglia, la cui vita cambia all’improvviso quando, spinto da un desiderio inconscio, carica in macchina un giovane prostituto, Leo.

Nolan è infatti consapevole di essere gay, ma ha sempre negato il suo orientamento, nonostante nella casa che condivide con la moglie Joy i due vivano in stanze separate. L’incontro con Leo, al quale vorrebbe offrire qualcosa di diverso dal sesso occasionale, è l’occasione per scoprire una nuova felicità inaspettata, nonostante le difficoltà derivanti dalle bugie che è costretto a raccontare alla moglie.