Una scena tratta da Un tram che si chiama desiderio, prova del grande talento di Brando, qui al suo secondo film, diretto dal mentore Elia Kazan.