Doppio colpo di scena in Brasile. Nel giro di poche ore l’ex terrorista rosso Cesare Battisti, condannato all’ergastolo in Italia per omicidio, è stato liberato dopo un breve arresto in attesa di una decisione sulla sua espulsione. Battisti era stato arrestato dalla polizia federale a Ebu das Artes, città dello Stato di San Paolo. Poche ore dopo è uscito dal carcere. Il 3 marzo scorso un giudice federale aveva ordinato l’espulsione dal Brasile dell’ex militante dei Proletari Armati per il Comunismo.