L’organizzazione pacifista israeliana, da sempre impegnata contro l’Occupazione, ha lanciato uno spot in cui restituisce la dignità di un nome alle piccole vittime dei bombardamenti d’Israele. Respinto dalla tv pubblica, è diventato un fenomeno virale.