“Germania, Germania” urlavano i profughi. Centinaia – tra cui molti bambini – biglietto alla mano, hanno affollato la stazione di Budapest, in Ungheria in attesa di partire e hanno improvvisato una manifestazione, subito dopo l’ordine di evacuazione. Inneggiavano alla Merkel dopo che la cancelliera tedesca, a Berlino ha detto: l’Europa deve fare di più per risolvere la crisi migratoria.Per ottenere il biglietto hanno fatto una fila di ore. Gli animi si sono scaldati quando la polizia ha avviato lo sgombero della stazione di Keleti, mentre tramite altoparlanti veniva annunciato il blocco di tutti i convogli, in partenza e in arrivo.