Prevale l’incertezza tra le famiglie italiane che, pur essendo liquide, adottano un atteggiamento di attendismo cinico preferendo destinare il proprio risparmio a copertura di possibili imprevisti. E’ quanto emerge dal capitolo”La società italiana al 2014″ del 48esimo Rapporto Censis.”Dopo la paura della crisi- spiega il Rapporto -, è un approccio attendista alla vita che si va imponendo tra gli italiani. Si fa strada la convinzione che il picco negativo della crisi sia alle spalle: lo pensa il 47% degli italiani. Ma è ancora l’incertezza a prevalere.La crisi ha prodotto un indebolimento del ceto medio, con un aumento del divario tra le grandi città del Nord e quelle del Sud.