Le informazioni fornite alla polizia da Lillian Lepere dal suo nascondiglio all’interno della tipografia in cui si erano rintanati gli assalitori islamici sono state fondamentali per la cattura di Said e Cherif.