Via libera al piano di aiuti da parte della Troika per 10 miliardi di euro, che evita così il fallimento e l’uscita dalla zona euro da parte di Cipro. L’accordo prevede una drastica ristrutturazione del sistema bancario, in particolare delle due principali banche del Paese, Laiki e la Bank of Cyprus. Ma i piccoli depositi bancari non verranno toccati.