O almeno così la pensa il candidato presidente della Corea del Sud…