L’ebola ci ha fatto prendere un grande spavento, ma ora che il peggio è passato siamo già pronti a dimenticarcene. La ricerca però deve proseguire e ha bisogno del sostegno di tutti. L’appello di una immunologa.