A spiegarlo è lui: Alessandro Nardone, alias Alex Anderson. Per 8 mesi si è finto un candidato repubblicano in corsa per le presidenziali USA. E gli americani gli hanno creduto.