La Commissione europea ha chiesto di abrogare la procedura per disavanzo eccessivo per cinque paesi tra cui l’Italia. Gli altri stati sono Lettonia, Ungheria, Lituania e Romania. Bruxelles ha inoltre approvato la concessione di più tempo a sei Paesi dell’eurozona per raggiungere target deficit. Nel dettaglio la Commissione Ue ha raccomandato al Consiglio Europeo di prorogare i termini per la correzione del disavanzo eccessivo a Spagna, Francia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo e Slovenia.