David Gandy, il modello più buono del mondo