L’ultimo film dei fratelli Dardenne è ancora una volta la cronaca empatica di un caso di un’ingiustizia sociale: Marion Cotillard veste i panni di una donna che deve convincere i propri colleghi a rinunciare a un bonus in denaro affinché possa tornare a lavorare.