E’ la domanda-esperimento che si pone la pellicola ‘Anarchia – La notte del giudizio’ che ipotizza un mondo in cui per 24 ore all’anno ogni crimine è consentito, compreso l’omicidio. Si vivrebbe davvero meglio gli altri 364 giorni?