Le ricerche sono andate avanti tutta la notte nel Canale di Sicilia. Il bilancio ufficiale è ancora di 24 morti e 28 sopravvissuti, si teme un’ecatombe per il naufragio di un barcone partito dalla Libia carico di migranti nella notte tra sabato 18 e domenica 19 aprile. Uno dei superstiti avrebbe riferito che a bordo dell’imbarcazione erano 950 le persone presenti, fra cui una cinquantina di bambini e circa 200 donne, una cifra che renderebbe la tragedia la peggiore mai avvenuta nel Mediterraneo.Il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon ha sollecitato la comunità internazionale a farsi carico della protezione dei rifugiati.