Quarta prova da regista per la francese Mia-Hansen Love, con questa pellicola presentata al Festival Internazionale del Film di Roma e al Toronto Film Festival.

Ambientato negli anni ’90, epoca d’oro della musica garage francese, il film è ispirato alla storia del fratello della cineasta, un dj che un po’ come i Daft Punk cerca di sfondare nella scena elettronica conquistata da quello che venne definito come il “french touch”.

Un sogno tra consolle, discoteche, eccessi, che andrà incontro al successo momentaneo e alle inevitabili delusioni.