- “Il fatto non sussiste”. Erri De Luca è stato assolto nel processo in cui è imputato a Torino dall’accusa di istigazione a delinquere per essersi detto a favore dei sabotaggi in Val Susa contro la Torino-Lione. Un “processo alle idee”, come aveva dichiarato De Luca.”L’articolo 414 del codice di procedura penale risale al codice Rocco, fascista, e intendeva intimidire e penalizzare chi isitigava parole contrarie. Era un reato di opinione, non era mai stato applicato ad uno scrittore e a una sua opinione”, ha sottolineato De Luca.Lo scrittore italiano si è detto convinto la tav in Val Susa vada “ostacolata, impedita, intralciata, dunque sabotata per la legittima difesa della salute, del suolo, dell’aria, dell’acqua di una comunitàminacciata”.