Il film Everest, tratto dal libro Into Thin Air della guida Rob Hall, racconta la storia delle due diverse spedizioni che nel mese di maggio del 1996 tentarono la scalata alla cima più alta del pianeta.

L’evento divenne celebre tra gli appassionati e il grande pubblico, perché prima dei recenti avvenimenti del 2014 (16 persone morte in una valanga) la tormenta che uccise otto scalatori era divenuta il momento più luttuoso della storia sportiva del monte Everest.

Come dichiara la sinossi ufficiali, il film diretto dall’islandese Baltasar Kormákur (già dietro la macchina da presa di 2 Guns e Contraband e da qualche anno sbarcato a Hollywood) è incentrato sulla terribile avventura delle due spedizioni che affrontano una sfida oltre ogni limiti a causa di una delle più feroci tempesta mai incontrate dall’uomo.

Gli scalatori, messi a dura prova dagli elementi, incontreranno ostacoli quasi impossibili da superare e la loro ossessione diventerà una lotta all’ultimo respiro per la salvezza.