Jean-Marie Le Pen, storico leader del Front National, è stato sospeso dal suo partito che ha annunciato la notizia al termine della riunione dell’esecutivo a Nanterre, indetta proprio per decidere misure disciplinari nei confronti dell’87enne presidente onorario. Motivo del contendere: alcune dichiarazioni di le Pen su Shoah e immigrazione imbarazzanti per la figlia Marine, a lui succeduta alla guida del partito. Poco prima nella giornata, Jean-Marie Le Pen si era “rifiutato” di presentarsi davanti all’ufficio esecutivo, di cui era lui stessomembro.