Il film è l’unico in bianco e nero in concorso alla mostra del cinema di Venezia. Retrò? Non siatene così convinti.