Da vincitrice dell’Eurovision Song Contest a regina del Gay pride a Madrid. La drag queen barbuta Conchita Wurst è stata l’ospite d’onore dell’evento arcobaleno nella capitale spagnola ed è salita sul palco per rivendicare i diritti degli omosessuali.

Conchita si è esibita con la spagnola Ruth Lorenzo per le strade della città accolta da una folla di migliaia di partecipanti. La loro esibizione ha completamente paralizzato le strade di Chueca, considerato il quartiere gay di Madrid.

Conchita Wurst ha conquistato gli Eurovision Song Contest 2014 soprattutto per il suo look, femminile ma con un tocco di mascolinità dato dalla sua folta barba. Ma prima di lei, in Italia, c’era già qualcun altro che si dilettava nel canto stretto in abiti femminili: Sinner.

Al posto della barba, però, la Drag Queen barese porta dei baffetti e gli outfit sono decisamente più aggressivi rispetto a quelli più eleganti della Wurst.