C’è chi li considera letteratura di serie B, ma non i produttori di serie televisive…