Sono arrivati a Gioia Tauro i 78 container contenenti circa 800 tonnellate di sostanze chimiche, tra iprite e precursore del Sarin.

In base agli accordi internazionali, queste sostanze dismesse dall’esercito di Assad verranno trasferite sulla nave americana Cape Ray, che si occuperà di smaltire queste sostanze in acque internazionali. Per l’occasione, sono state allestite imponenti misure di sicurezza.

La decisione di usare il porto di Gioia Tauro come tramite nell’operazione ha suscitato la reazione negativa di ambientalisti e autorità locali.