Avevano creato il souvenir perfetto per il pellegrino del Giubileo: una benedizione apostolica personalizzata su pergamena pontificia con tanto di emblemi della Santa Sede e di fotografia di papa Francesco, ma non avevano richiesto le necessarie autorizzazioni al governatorato pontificio.A fermare questi apocrifi santi auguri sono stati i finanzieri del Comando Provinciale di Roma che, coordinandosi con i colleghi della Gendarmeria vaticana, hanno individuato, in un negozio vicino a San Pietro, la stamperia abusiva delle finte benedizioni apostoliche.