1 colloquio su 3 va male per colpa del social network