Il mondo del cinema è sotto shock per la morte improvvisa dell’attore americano Robin Williams, che a soli 63 anni si sarebbe tolto la vita nella sua casa in California. Ad annunciarlo la polizia. La sospetta causa della morte sarebbe “suicidio per asfissia”.

Williams, nato a Chicago il 21 luglio 1951 soffriva di una grave depressione. L’attore era andato in un centro di riabilitazione del Minnesota lo scorso luglio per farsi curare dalla dipendenza dall’alcol. Già nel 2006, l’attore americano era andato in un centro per disintossicarsi.

Nella sua vita Williams è stato protagonista di alcuni scandali, era allo ”Chateau Marmont” con Robert De Niro, Jack Nicholson e Cathy Smith quando morì il suo grande amico, e collega, John Belushi, nonostante questo il pubblico ha sempre continuato a seguirlo rendendolo una delle più amate celebrità statunitensi.

Williams è stato visto vivo l’ultima volta intorno alle 22 ora locale. La polizia di Marin County ha ricevuto una richiesta di soccorso nella quale si sollecitata un intervento per rianimare un uomo che non respirava nell’abitazione dell’attore a Tiburon. Ma al loro arrivo, i paramedici non hanno potuto far altro che constatarne il decesso.

Ecco le testimonianze di colleghi e fans, sconvolti alla notizia del decesso del popolare attore.