Il Papa contro le banche, contro le armi nucleari, contro quelle scelte quotidiane dell’essere umano che provocano il riscaldamento globale, contro gli interessi delle multinazionali che deturpano l’ambiente. Analizza, Papa Francesco, i temi più scottanti che minacciano il pianeta e li snocciola uno a uno per denunciare che è il popolo ad aver pagato il salvataggio delle banche. E soprattutto per affermare che i poveri sono le principali vittime di aggressioni all’ambiente. Pubblicata l’attesa enciclica ecologica di Papa Francesco “Laudato si’” sui temi della difesa e dell’attenzione del Creato. Un’enciclica, spiega il pontefice, rivolta a credenti e non credenti; un testo che vuole porsi in “dialogo con tutti”, perchè è necessaria una “nuova solidarietà universale.192 pagine, sei capitoli, due preghiere finali, la Lettera esce in otto lingue: italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, portoghese, polacco, arabo.Il passaggio più forte è l’attacco alle banche.