Christian Petzold firma un’opera che riflette sul ruolo dei cittadini tedeschi nella Seconda Guerra Mondiale. L’ebrea Nelly, essere sopravvissuta ai campi di concentramento, torna nella città natia in attesa di recuperare l’eredità che le spetta. A causa di gravi ustioni al viso si sottopone alla chirurgia plastica, anche perché spera di ritrovare il marito Johnny. Questi tuttavia non la riconoscerà, ma credendola una sosia della moglie la ingaggerà per recuperare proprio l’eredità di Nelly.