Si chiama “Eunavfor Med”, l’operazione militare anti-trafficanti che il Consiglio congiunto Esteri-Difesa dell’Unione europea ha approvato lunedì 18 maggio a Bruxelles.Il via libera consentirà di pianificare la missione navale, che avrà il suo quartier generale a Roma, sotto il comando dell’ammiraglio italiano Enrico Credendino, con lo scopo di “smantellare il ‘business model’ dei trafficanti di esseri umani nel Mediterraneo”.