A provocare lo schianto dell’aereo russo nel Sinai potrebbe essere stata una bomba dell’Isis. A dirlo sono fonti dell’intelligence americana e britannica, poco dopo la rivendicazione da parte dello Stato islamico che in un audio messaggio si è dichiarato responsabile della morte delle 224 persone a bordo. La bomba, secondo fonti citate dalla Cnn, potrebbe essere stata messa a bordo dall’Isis o da un gruppo affiliato. Finora invece fra le varie ipotesi si era parlato di uno scoppio del motore.L’ipotesi dell’attentato ha spinto la Gran Bretagna a sospendere i voli verso Sharm-el-Sheikh a titolo precauzionale, per rimpatriare i turisti bloccati verranno messe in atto misure d’emergenza. Un esempio seguito dall’Irlanda che ha chiesto alle sue compagnie aeree di non sorvolare più il Sinai.