Il documentario è un vero proprio viaggio tra cartoni animati giapponesi e non