Il reato di tortura entrerà nel codice penale italiano. L’aula della Camera, modificando in parte la versione già passata al Senato, ha approvato il ddl sulla tortura. Il sì definitivo del parlamento dovrà ora giungere dall’ultima lettura al Senato. Una risposta chiara del Parlamento dopo la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo, che ha stabilito che nell’assalto del 2001 alla scuola Diaz a Genova furono commessi atti di tortura. E’ stato poi introdotto il divieto assoluto di espulsione o respingimento verso paesi che praticano la tortura o dove la violazione dei diritti umani sia grave e sistematica. Altra novità, la non validità in un processo di dichiarazioni estorte sotto tortura.