Mentre negli stadi brasiliani va in scena il campionato di calcio più rinomato, nella baraccopoli di San Paolo i movimenti sociali hanno programmato un torneo parallelo in segno di protesta.