Il video è diventato virale, ma la condanna è d’obbligo.