In uscita in primavera, l’ultimo film di Paolo Virzì, La pazza gioia vede il regista labronico tornare a lavorare con la moglie Micaela Ramazzotti (Tutta la vita davanti) e Valeria Bruni Tedeschi (Il capitale umano).

Inzialmente ambientato in una comunità terapeutica che ospita donne afflitte da disturbi mentali, il film racconta l’amicizia tra due donne apparentemente agli opposti: Beatrice, chiacchierona ed estroversa ma anche ipocondriaca, e Donatella, aggressiva, mascolina e tatuata, con alle spalle un traumatico segreto.

Le due instaurano fin da subito un rapporto di confidenza, complicità e mutuo sostegno che le porta a una decisione radicale: la fuga dalla comunità, nella quale sono ospiti per motivi giudiziari, alla ricerca dei una qualche forma di felicità nel mondo esterno, che si rivela non meno folle del luogo cui sarebbero destinate.