Il nuovo film di Fabrizio Biggio e Francesco Mandelli riprende come base la Divina Commedia di Dante. All’Inferno Minosse non riesce più ad attribuire la giusta pena ai nuovi arrivati, dato che i peccati sono andati trasformandosi nel tempo.

Lucifero propone dunque di rimandare sulla Terra colui che è riuscito così bene a descrivere il mondo celeste, ovvero Dante Alighieri. Il poeta toscano viene quindi rispedito nel mondo dei vivi, finendo in una città italiana nella quale incontra la sua nuova guida, di nome Demetrio Virgilio, un precario alle prese con le pene di tutti i giorni.